CORSO DI DISEGNO A CHINA A CURA DI MASSIMO DALL’OGLIO

Corso da Val.dy a cura di Massimo Dall’Oglio: il disegno a china: tecniche di disegno e inchiostrazione a pennello e pennarello.

In collaborazione con la Scuola di fumetto Fumé di Cagliari e Fabriano

Il corso ha come obiettivo quello di mostrare il trattamento del disegno nel passaggio dal segno a matita a quello a china. In particolare studieremo insieme alcune fondamentali tecniche del disegno a matita su differenti supporti cartacei della nota azienda Fabriano per prepararlo al meglio al ripasso a china, per poi esercitarci con le tecniche fondamentali nell’uso del pennello e del pennarello pigmentato. Non si lavorerà con le chine colorate.

Programmazione e costi:

Giorni

giovedì 25 e venerdì 26 luglio 2019

Ore

10 ore totali, 3 la mattina e 2 la sera
(10:00/13:00 – 18:00/20:00)

Costo partecipanti

45 euro

Compreso nel costo

Lezioni più materiale

Per la partecipazione al corso è richiesta una minima predisposizione al disegno e all’uso della matita e un’età non inferiore agli anni 15

PROGRAMMA DEL CORSO

2 GIORNATE

Blocco schizzi Fabriano (per artisti) 120 A4

Nella prima giornata di corso lavoreremo sull’uso della matita e sulla corretta   elaborazione degli sketch. Il blocco schizzi per artisti è l’ideale per tenere tutti gli studi in un unico contenitore e avere uno storico preciso di tutto il lavoro. Comodo e maneggevole, è l’ideale per lo sketching dal vivo e grammatura e superficie della carta sono ottimi per ombreggiature e tratteggio (semplice e complesso).

Blocco fogli Fabriano toned paper Sand

Nella seconda giornata di corso lavoreremo sulla china, ho scelto il Fabriano Sand per il lavoro con i pennarelli pigmentati  e la china a tratto sottile minimale. Carta ideale per i tratteggi si è dimostrata davvero ottima nelle mie prove sui mezzitoni con la china leggermente diluita. Il particolare colore, dal mio punto di vista, è l’ideale per il disegno a china perché attenua il contrasto con il nero e diversamente dalla classica superficie bianca, aumenta la compattezza della composizione nelle opere con alti livelli di dettaglio.

Blocco fogli Fabriano 6 liscio

Un classico per la china a pennello a tratto robusto e definito.

Sempre nella seconda giornata di corso lavoreremo con i pennelli Tintoretto (acquerello) trasferendo su F6 i migliori studi e sketch svolti la prima giornata per poi inchiostrarli con pennelli 0, 1 e 2 . Per la china a pennello è necessaria una carta molto liscia e di ottima tenuta ma non eccessivamente assorbente. Uso F6 da tanti anni ed è stata una scelta praticamente scontata. Una carta tecnica estremamente versatile tanto con la china densa che con quella diluita. Ottima anche con l’uso del pennello a secco.

Regolamento e modalità d’iscrizione:

Il corso prevede un numero massimo di 12 persone  e un numero minimo di 7. La quota di iscrizione è pari a 45 euro a persona . Per iscriversi è necessario recarsi presso il punto vendita Val.dy cash & carry e versare l’intera quota. Per questioni organizzative non è possibile accettare prenotazioni telefoniche, tramite email o social network. L’iscrizione si perfeziona solo col versamento della quota. Se non dovesse raggiungersi il numero base il corso non si terrà, in tal caso la quota verrà restituita agli iscritti. Se, invece, il corso avrà luogo regolarmente, la quota di iscrizione verrà comunque trattenuta in caso di eventuale assenza dell’iscritto. Non sono previste riduzioni o restituzioni di parte della somma versata nell’ipotesi di mancata partecipazione ad uno degli incontri da parte dei corsisti.

Nota: in caso di richieste più approfondite sull’oggetto del corso contattare Massimo Dall’Oglio: collettivofume@gmail.com

C.v.Massimo Dall’Oglio (docente)

Autore di fumetti, nato in Sardegna, il 22 marzo 1973. Dopo la maturità scientifica, frequenta per tre anni la facoltà di ingegneria fino a quando comincia a dedicarsi a tempo pieno allo studio del fumetto. Nel 1997 vince a Prato il “Pierlambicchi d’oro” come miglior giovane autore, ma è solo nel 2006 che avviene il suo esordio professionale con la pubblicazione della serie in quattro volumi di “Underskin”, scritta da Andrea Iovinelli e pubblicata in Francia da Les Humanoides Associés e, in seguito, in Italia da Edizioni BD.

Dal 2008 lavora con diversi editori italiani: disegna due albi di “Jonathan Steele” per Star Comics, su testi di Federico Memola; due numeri di “John Doe” per Eura e Aurea Editoriale; per Edizioni BD pubblica “L’era Dei Titani” (testi di Adriano Barone); collabora con Panini Comics per la realizzazione delle due miniserie in quattro volumi delle “Cronache del Mondo Emerso” (ispirate ai romanzi fantasy di Licia Troisi), la prima su testi di Roberto Recchioni e la seconda di Iovinelli. Nel 2010 è finalista con la storia “Hermes”, sempre scritta da Iovinelli, al “Morning International Manga Competition” della casa editrice giapponese Kodansha. Nel 2013 disegna per CAPCOM/Glénat il prequel a fumetti di “Lost Planet (La prima colonia)”, in occasione dell’uscita planetaria del terzo capitolo del videogame omonimo. Contestualmente, collabora come illustratore e fumettista con DeAgostini, Wired Italia e Wired US. Dal 2014 disegna per Sergio Bonelli Editore, per cui realizza parte del quarto numero della prima serie di Orfani, tre volumi di Agenzia Alfa e numero zero e sesto capitolo della miniserie Nathan Never Generazioni.

Ora è impegnato sulla serie regolare di Nathan Never e recentemente, sempre con l’amico sceneggiatore Adriano Barone, viene premiato per due volte al concorso internazionale Silent Manga Audition della casa editrice giapponese Coamix, con la storia muta dal titolo “like that old Italian wine” e “Colosseum”. Nel 2018 si aggiudica una Masterclass in Giappone con la divisione SMAC del Publisher del sol levante Coamix per cui ora realizza manga per la rivista SMAC Web Magazine.

Sempre nel 2018 vince in Giappone il Grand Prix runner up al Silent Manga Audition EX3 con la storia Kumamoto Box.

Annunci

2 risposte a "CORSO DI DISEGNO A CHINA A CURA DI MASSIMO DALL’OGLIO"

I commenti sono chiusi.